mercoledì 9 agosto 2017

Fotoricordo


Con l'invenzione degli smartphone siamo diventati tutti fotografi improvvisati ci piace catturare ogni momento della nostra vita e condividerlo, immortaliamo momenti importanti come il matrimonio di un'amica, la laurea di un fratello e la nascita di un figlio ma quante di queste foto poi ci restano davvero?


Come sapete adoro fare foto e non a caso il mio social preferito è Instagram dove ho trovato un luogo in cui esprimere la mia passione e altre persone con cui condividerla. Anche prima dell'avvento del digitale amavo fare le foto e mi facevo degli autoscatti prima ancora che li chiamassero selfie e ho uno scatolone pieno zeppo di foto, adoro sfogliare i vecchi album di me da piccola che mia madre conserva gelosamente, lei mi rimprovera sempre perchè dice che ho tante foto sul telefonino ma non ho un album dei ricordi da sfogliare un giorno con Greta. Ed è vero oggi si scattano tante foto ma non si ha mai il tempo per andare magari dal fotografo a farle stampare ma per fortuna esistono app come Cheerz che ti permettono di scegliere comodamente seduta sul divano di casa tua le foto da stampare e il formato e arrivano a casa con spedizione express in sole 48 ore!!!

Io ho scelto la memory box con polaroid che ha un sapore vintage che adoro ma andando sul sito o sull'app di Cheerz troverete tantissimi altri prodotti come fotolibri, calamite e segnalibro.
Vi lascio il mio codice IMMRIE per usufruire di 5€ di sconto sul vostro primo acquisto con una spesa minima di 10€ e magari potete approfittarne per stampare i vostri ricordi delle vacanze.






Le foto sono un istantanea di quello che siamo nel momento in cui la scattiamo.


https://www.cheerz.com

martedì 25 luglio 2017

L'angoliera della nonna


Buongiorno amiche ormai sapete che adoro lo stile shabby chic lo trovo romantico ed elegante ed è per questo che l'ho scelto per arredare la mia casa, ma essendo uno stile molto in voga negli ultimi anni non volevo che risultasse troppo dozzinale e noioso. Per questo quasi tutto l'arredamento è artigianale realizzato apposta seguendo i miei gusti, ma c'è un pezzo unico che avete notato tutte nelle mie foto e che vi è piaciuto tanto: l'angoliera.



Spesso mi avete chiesto dove l'ho comprata ma la verità è che è un regalo, mi spiego meglio. Ero alla ricerca di un piccolo mobiletto da mettere dietro al divano qualcosa di non ingombrante ma che allo stesso tempo conferisse personalità ma non trovavo niente di adeguato, poi un pomeriggio io e mio marito andammo a trovare sua nonna ed entrando nella sua camera da pranzo vidi in fondo a questa stanza tappezzata con una romantica carta da parati a fiori, mobili d'epoca e porcellane finissimi questo delizioso mobiletto ad angolo e nella mia testa già immaginavo come sarebbe stato bene in quel angolino. La nonna si era accorta che mi era piaciuta tantissimo ma non ebbi il coraggio di dirle che mi piaceva così tanto da portarmela a casa.




Il giorno dopo suonarono il citofono ed era mio suocero con l'angoliera che mi dice "questo è un regalo della nonna" sono stata felicissima ed ho subito ringraziato la nonna, ma c'era un problema il mobile era in noce e stonava con il resto dell'arredamento rigorosamente bianco.
Così mio marito che è una sorta di McGyver del bricolage mi dice che ci avrebbe pensato lui a renderla shabby e andammo da Leroy Merlin a comprare l'occorrente:

  • Carta abrasiva
  • Pennello piatto
  • Vernice per legno 
  • Vernice di finitura

Se volete shabbare un qualsiasi mobile la prima cosa da fare è smontare tutti i pezzi che non vanno verniciati come le maniglie e il vetro, poi bisogna scartavetrare accuratamente la patina lucida della vernice sottostante pulire con un panno umido la polvere in eccesso e qui arriva la parte più divertente.
Noi abbiamo scelto una vernice opaca



Abbiamo dato una prima mano abbiamo aspettato che si asciugasse e abbiamo dato anche la seconda mano, una volta asciugata abbiamo passato una mano di vernice di finitura incolore per proteggere la vernice bianca da graffi. Se volete potete scartavetrare dei punti per dare un tocco antichizzato ma a me non piace e ho preferito lasciarla così.



Per darle un tocco più romantico ho aggiunto della carta da parati all'interno e del merletto sui bordini delle mensole e mio marito ha aggiunto un faretto.
Che dire sono veramente contenta del risultato ottenuto quando poi una cosa è realizzata con le proprie mani è ancora più soddisfacente non trovate?






mercoledì 12 luglio 2017

Bedroom


Buongiorno amiche come vi ho già raccontato nel precedente post (lo trovate qui) è stata la luminosità che mi ha fatto innamorare della mia casa, la stanza che amo di più è la cucina perchè è elegante e raffinata ma anche spaziosa e confortevole è il cuore della casa e il posto dove ci passo la gran parte della giornata.




L'altra stanza che adoro è la camera da letto l'abbiamo arredata pensandola come il nostro nido d'amore il posto in cui accoccolarci a fine giornata quindi abbiamo scelto colori tenui e riposanti come la carta da parati romantica e chic con righe verticali e fiorellini per la parete dietro al letto e pittura color tortora per le altre.
Sopra al letto abbiamo deciso di mettere foto del nostro matrimonio incorniciate.





Per i mobili ci siamo mantenuti sempre sullo stile shabby chic come il resto della casa ma con un tocco retrò che ricorda le camere da letto delle nostre nonne.







Greta dorme in camera da letto con noi ma nella sua culla che abbiamo scelto dello stesso colore dei mobili.







 Il mio angolino preferito è quello dove c'è la mia postazione trucco, una toeletta shabby ancora una volta dal sapore vintage.




Ma la protagonista è la cabina armadio, da vera fashionista e appassionata di Sex and the City ho sempre sognato una cabina armadio come quella di Carrie ovviamente non è proprio come la sua ma è comunque abbastanza spaziosa per contenere tutti i miei vestiti, le scarpe e le borse...per ora ;-)






Si sa che poi alla fine siamo sempre noi donne a scegliere l'arredamento e la mia camera da letto riflette proprio la mia personalità chic e romantica.


Info: la cabina armadio è stata realizzata da un falegname, all'interno delle porte ci sono due specchi lunghi.

La toeletta l'ho presa su Amazon

Le tende sono state realizzate da una sarta come quelle del salone/cucina.

mercoledì 5 luglio 2017

La casa dei sogni



Quando io e mio marito abbiamo fissato la data del matrimonio il nostro primo pensiero è stata la casa, volevamo un posto tutto nostro arredato con gusto, caldo e accogliente dove avremmo costruito la nostra famiglia e che avremmo chiamato "casa dolce casa".


La ricerca della casa giusta è stata più difficile di quanto mi aspettassi perchè ahimè la casa perfetta non esiste ma puoi trasformare qualsiasi casa nella casa dei tuoi sogni. Tutte quelle che vedevamo non ci sembravano mai adatte o erano troppo piccole o poco luminose o troppo isolate, anche le nostre esigenze erano diverse io volevo un appartamento spazioso e centrale mio marito, invece, una villetta con giardino un pò fuorimano. Indovinate alla fine chi ha vinto?
Dopo che ne abbiamo viste tantissime abbiamo iniziato a fare una scrematura eliminando quelle che assolutamente non rientravano nei nostri gusti, e stilando una lista delle nostre priorità:

  • spaziosa
  • luminosa
  • centrale

La prima volta che abbiamo visto quella che oggi è la nostra casa non mi ha fatto una buona impressione l'impatto non è stato positivo perchè era arredata male e aveva rifiniture di pessimo gusto ma era pervasa da una luce naturale bellissima che mi aveva colpita, nonostante questo l'abbiamo scartata convinti che avremmo trovato quella giusta. Dopo alcuni mesi però avendo visto ancora altre case abbiamo iniziato a valutare il potenziale della casa e che ristrutturandola poteva essere quella giusta. Quando ho richiamato l'agenzia immobiliare mi dissero che la casa era ancora in vendita ma che c'era già stata un offerta il giorno prima e in quel momento ho capito che era la casa giusta e che me la stavo facendo scappare, perchè come al solito il valore delle cose lo capisci solo quando ti sfuggono di mano. Fissammo un appuntamento per il giorno stesso, era il 14 Luglio del 2012, questa volta portammo anche i nostri genitori a vederla loro se ne innamorarono subito io appena entrai capìì che era sempre stata quella giusta, la luce naturale che entrava dalle finestre me la fece guardare con occhi diversi, guardai mio marito e gli dissi "è questa la nostra casa" abbiamo fatto una controfferta e poi sapete come è andata a finire.


L'abbiamo stravolta buttando giù una parete per rendere cucina e soggiorno un open space, cambiando i pavimenti, le porte, i battiscopa, i rivestimenti dei bagni e tinteggiando le pareti ma l'anima della casa che me ne ha fatto innamorare è sempre quella luce meravigliosa che la illumina.



























"Casa è dove c'è il cuore"

Info: la cucina è artigianale realizzata dal mobilificio Chianese partendo da un mio disegno, per la cucina mi sono ispirata alle mie serie tv americane preferite.

Il colore delle pareti è un tortora caldo tendente al beige il codice è 5723 di Lavernova

Le porte, i battiscopa e i copritermosifoni sono stati realizzati da un falegname come il mensolone della parete tv.

L'angoliera bianca è un vecchio mobile della nonna di mio marito che abbiamo riverniciato rendendola shabby in un prossimo post vi spiego come ho fatto.

Fotoricordo

Con l'invenzione degli smartphone siamo diventati tutti fotografi improvvisati ci piace catturare ogni momento della nostra vita e cond...