lunedì 18 settembre 2017

Il ritorno degli anni 90

Chi come me è nata negli anni 80 sicuramente da adolescente sarà stata influenzata dallo stile e la moda delle ragazze di Beverly Hills 90210.


 La più fashion e creativa era sicuramente Donna ,che nel corso della serie diventa anche una stilista affermata, con i suoi abiti griffati da ragazza ricca anche se per me il suo look a volte era esagerato e super colorato con accostamenti azzardati.


Personalmente preferivo il look di Kelly molto più sobrio con jeans a vita alta e body con trasparenze e pizzi e i suoi mini abiti super sexy con cui ha fatto perdere la testa a tutti i ragazzi della serie e non solo!!!


La buona notizia è che la moda anni '90 e' ritornata ovviamente attualizzata e decisamente più chic, sono ritornate le giacche oversize, camicie a quadri e t-shirt con stampe, gli anfibi per un look un po' punk e i crop top che lasciano l'ombelico scoperto un must negli anni '90.


Ma il vero protagonista è il jeans li troviamo in tutte le salse chiari, scuri, strappati, larghi, stretti ma rigorosamente a vita alta. Io adoro i jeans con le toppe li trovo davvero carini e divertenti, quest'estate sono andati tanto di moda e saranno presenti anche nella prossima stagione autunno/inverno.


In negozi come Pull and Bear e Stradivarius si possono trovare kit di toppe e spillette da applicare ai nostri jeans, t-shirt e giacche per personalizzarli come più ci piacciono. Io non ho resistito ai jeans con le toppe e ne ho acquistato un paio per me e uno per mia figlia(anche la moda dei più piccoli si è adeguata alle ultime tendenze) perché qualche volta mi piace coordinare i nostri outfit. E per la sera?


Di sera possiamo scegliere qualcosa di decisamente più glamour tra i tanti abiti proposti in lurex effetto metallico in oro e argento, oppure abiti con paillettes, body con trasparenze e pizzo, gonne di pelle, abiti con stampe a fiori e stivali alti fin sopra il ginocchio. Insomma almeno per quanto riguarda la moda possiamo fare un tuffo nel passato perché la moda si sa ritorna sempre.



Photos by Google

martedì 12 settembre 2017

Primo giorno di scuola



Buon pomeriggio amiche stanotte non sono riuscita a chiudere occhio vuoi per l'emozione vuoi per la paura di non sentire la sveglia, chi mi conosce sa che sono pigra e che amo dormire e Greta uguale, ho sognato anche di arrivare in classe ma era vuota perchè avevo sbagliato giorno, insomma ero agitata. Poi stamattina mi sono svegliata prima della sveglia mi sono preparata un caffè e mi sono detta "Imma tu sei la mamma dai il buon esempio" allora sono andata a svegliarla con tanti baci e il mio miglior sorriso e le ho detto "forza tesoro svegliati dobbiamo andare a scuola" 




lei mi ha sorriso ma ci ha messo un pò a svegliarsi(dobbiamo abituarci ai nuovi orari) nel frattempo la tv era accesa sui suoi cartoni preferiti e ha fatto colazione.
Sul letto avevo preparato il grembiule a quadretti rosa i pantaloni blu, la t-shirt bianca e le scarpe nuove.
Ci siamo preparate abbiamo infilato lo zainetto abbiamo fatto qualche foto da inviare a papà e siamo uscite di casa per raggiungere la scuola, io emozionata e lei assonnata ma entusiasta.


Mi sono immaginata questo giorno tante di quelle volte e l'ho sempre immaginato tra lacrime e lunghi abbracci si certo non è che stia partendo per il fronte ma ogni mamma sa che nel momento in cui si varca quella porta non stai soltando accompagnando tua/o figlia/o a scuola ma la/lo stai consegnando al mondo.
Da quel momento non sarà più solo il tenero cucciolo di mamma e papà ma diventerà alunna/o, compagna/o di banco e amica/o di qualcuno, in poche parole entrerà a far parte della società.

Però Greta non ha pianto è entrata decisa in classe ha salutato le maestre ha stretto subito amicizia con una bambina e si sono messe a giocare. 



Conoscendola sapevo che tutto sommato le sarebbe piaciuta perchè è una bimba a cui piace socializzare e giocare con altri bimbi infatti per questo l'ho iscritta in anticipo (compie tre anni a Gennaio) e poi è abituata a stare senza di me per qualche ora ma di solito resta dai nonni con persone che conosce, però la mia preoccupazione era quella che si sarebbe spaventata a vedersi da sola con persone sconosciute invece l'ho vista tranquilla e si guardava intorno con curiosità. Sono rimasta lì per circa un quarto d'ora poi la maestra ha detto "le mamme possono andare" lei si è girata verso di me e mi ha detto "mamma via...ciao ciao" e così l'ho salutata e sono andata via.


Non vi nascondo che se da una parte mi sono sentita sollevata perchè ho visto mia figlia duenne affrontare il suo primo giorno di scuola con serenità ed entusiasmo dall'altra il mio ego di mamma è stato un pò deluso dalla mancata "disperazione" nel separarsi da me.
Ovviamente sono più che felice che sia andata così perchè essendo molto sensibile e dalla lacrima facile se avesse iniziato a piangere credo che non sarei riuscita a trattenermi.


Dopo un paio d'ore sono andata a prenderla lei stava ancora giocando con quella bambina e quando mi ha vista ha esclamato felice "mamma" e il mio povero ego si è riempito di nuovo di gioia, le maestre mi hanno detto che è stata tranquilla per tutto il tempo ha giocato e ha fatto merenda con gli altri, insomma come primo giorno è andato più che bene certo non significa che nei prossimi giorni non ci saranno delle piccole difficoltà ma per oggi siamo uscite da quella porta io tranquilla e lei contenta.


I vostri figli non sono figli vostri.
Sono i figli e le figlie del desiderio che la vita ha di sé stessa.
Essi non provengono da voi, ma attraverso di voi.
E sebbene stiano con voi, non vi appartengono.
Potete dar loro tutto il vostro amore, ma non i vostri pensieri.
Perché essi hanno i propri pensieri.
Potete offrire dimora ai loro corpi, ma non alle loro anime.
Perché le loro anime abitano la casa del domani, che voi non potete visitare, neppure nei vostri sogni.
Potete sforzarvi di essere simili a loro, ma non cercare di renderli simili a voi.
Perché la vita non torna indietro e non si ferma a ieri.
Voi siete gli archi dai quali i vostri figli, come frecce viventi, sono scoccati.
L’Arciere vede il bersaglio sul percorso dell’infinito, e con la Sua forza vi piega affinché le Sue frecce vadano veloci e lontane.
Lasciatevi piegare con gioia dalla mano dell’Arciere.
Poiché così come ama la freccia che scocca, così Egli ama anche l’arco che sta saldo
.

(da: “The Prophet” di Khalil Gibran(da: “The Prophet” di Khalil Gibran)

mercoledì 6 settembre 2017

Come mi vesto?



La mattina presto l'aria è fresca, verso mezzogiorno il sole si infuoca e fa caldo, la sera di nuovo più fresca, poi improvvisamente piove insomma con questi sbalzi di temperatura tipici delle mezze stagioni inizia ufficialmente la stagione del "come mi vesto?"



Generalmente il periodo che va da Settembre a Ottobre è una sorta di limbo tra l'estate, che dal punto di vista meteorologico, sembra già lontana e l'autunno che prepotentemente si fa già sentire. Un periodo in cui fa caldo per stare troppo coperti ma anche abbastanza fresco per vestirsi leggeri. Allora il mio consiglio è quello di vestirsi a "cipolla" ossia a strati sovrapponendo capi di tessuti diversi, ad esempio possiamo indossare un top con una felpa o un golfino di filo sopra che scende morbido su una spalla


Per un look più romantico invece vestitini leggeri con sopra dei cardigan da tenere aperti o chiusi in vita con una cintura sottile


Camicie di jeans utilizzate come giacche


Giacche corte


Per un look più casual possiamo indossare jeans e t-shirt con sopra un blazer



L'intramontabile giacca di jeans, che tra l'altro sarà un must della stagione autunno/inverno ma rigorosamente oversize in stile anni '90.


Per un look da sera possiamo indossare un trench o un cappottino leggero che va tanto di moda ultimamente.





Un evergreen di questo periodo è sicuramente la giacca di pelle adatta ad ogni stile



Qualunque sia il nostro stile preferito la parola d'ordine è COMODITÀ, eh sì amiche mie la moda sta cambiando e si sta avvicinando alle nostre esigenze di donne comuni, gli stilisti sono sempre più attenti allo street style perché ogni donna ha il diritto di sentirsi bella e sexy con quello che preferisce.

Photos by Google

mercoledì 30 agosto 2017

I primi passi di Greta



UN PICCOLO PASSO PER GRETA
UN GRANDE PASSO PER MAMMA E PAPÀ !



Eh già! Quando i nostri figli iniziano a camminare e' un momento molto
 importante perché è il primo passo verso la loro indipendenza, ma anche per noi genitori è un momento molto importante, soprattutto per noi mamme, perchè già sappiamo che dal momento in cui iniziano a camminare da soli avranno sempre meno bisogno della loro mamma.
Greta ora ha quasi due anni ma inevitabilmente quando osservo i suoi progressi e il modo in cui velocemente  sta crescendo penso a quando un giorno spiccherà il volo, perché è questo in fondo il nostro compito insegnare ai nostri figli a volare da soli anche se è difficile lasciarli andare.
Diciamo che per ora è meglio non pensarci e godermi quanto più possibile i momenti bellissimi ed emozionanti della sua crescita come i primi passi appunto.



Greta ha iniziato a camminare da sola un po' tardi a 17 mesi, prima si reggeva in piedi ma aveva paura a fare dei passi da sola voleva essere sempre accompagnata con la manina oppure si appoggiava ai muri e alle sedie.



Io e mio marito abbiamo sempre cercato di incoraggiarla ma senza metterle fretta perché credo che ogni bambino abbia i suoi tempi e bisogna rispettarli, ma sentivo la pressione di quelli che mi chiedevano "ma come non cammina ancora?" però non ho voluto trasmetterla a mia figlia ho preferito aspettare che si sentisse sicura e pronta perché come diceva la Montessori
"ogni aiuto inutile e' un ostacolo allo sviluppo"




Le abbiamo però preso un bel tappeto morbido di gomma per attutire le eventuali cadute e un primi passi per cercare di spronarla ma non ne era tanto attratta preferiva girare per casa gattonando.
Poi un giorno mentre giocava a terra con i suoi giocattoli si è alzata ed ha iniziato a camminare da sola, felice e soddisfatta della sua nuova grande conquista, ed io ero emozionatissima ma anche un po’ dispiaciuta perché il suo papà non ha potuto godere con me di questo momento così emozionante lui lavora fuori città. Durante la settimana però ci siamo esercitate e quando nel fine settimana è tornato mio marito, Greta gli è andata incontro camminando da sola sotto gli occhi emozionati e increduli del suo papà è stata proprio una bella sorpresa.



Da quel momento abbiamo cercato di mettere il più possibile la casa in sicurezza coprendo le prese con dei copripresa, gli spigoli con dei paraspigoli, togliendo gli oggetti pericolosi dai ripiani più bassi e mettendo dei blocca-ante agli armadietti bassi dove ci sono i detersivi o comunque oggetti pericolosi per lei. A tale proposito ho trovato quasi tutto quello che cercavo nel reparto bambino dell'Auchan.


Blocca ante Disney bianco trasparente

Quando siamo a casa preferisco farla camminare scalza o con dei calzini antiscivolo così si sente più libera.
Ora corre velocissima che quasi fatico a starle dietro aveva solo bisogno dei suoi tempi e io sono contenta di averli rispettati ha acquisito coraggio perché sa che dietro ci saranno sempre i suoi genitori a sostenerla e supportarla.



domenica 27 agosto 2017

La nostra vacanza


Buongiorno amiche finalmente trovo il tempo per raccontarvi della nostra breve ma bellissima vacanza.





Inizio col dirvi che è stata breve perchè avendo prenotato all'ultimo minuto ci siamo dovuti accontentare dell'unico periodo libero disponibile. In realtà siamo stati fortunati perchè abbiamo trovato libera proprio la settimana del Ferragosto. Da quando mio marito ha avuto il piano ferie a fine Luglio mi sono messa subito alla ricerca di qualcosa di conveniente ma ahimè è stato più difficile che trovare un ago in un pagliaio, mi dicevano o che erano al completo o mi sparavano prezzi esorbitanti!
Quando stavo per perdere ogni speranza ecco che mi richiama uno degli albergatori che avevo contattato nei giorni precedenti e mi chiede se ero ancora interessata perchè a causa di una disdetta si era liberata una camera dal 12 al 19 Agosto, tutto questo è successo il 9 Agosto e avevo pochi giorni per preparare i bagagli ma la voglia di staccare un pò la spina anche solo per pochi giorni è stata più forte quindi ho preparato tutto con velocità ed entusiasmo e siamo partiti alla volta del Cilento.


Ho scelto questa meta perchè adoro le sue acque limpide, i piccoli borghi di pescatori e le sue coste frastagliate cariche di storia e mitologia, infatti pare che alcuni dei luoghi descritti da Omero nell'Odissea siano riconducibili proprio in questa terra come l'isola di Punta Licosa identificata come l'isola delle malefiche sirene che incantavano e uccidevano i marinai, ma anche Paestum, Palinuro, Camerota e Sapri affondano le radici in miti e leggende.
Poi è a solo poche ore da casa nostra e con una bimba piccola non volevo fare un viaggio troppo lungo per fermarci soltanto una settimana.



Abbiamo soggiornato presso Villa Russo, una depandance dell'albergo Tirreno di Marina di Camerota, un monolocale ben arredato con angolo cottura nel portico(coperto) e piscina privata(riservata ai quattro monolocali) che si trova in collina per questo è fresco e tranquillo ed ha una vista mozzafiato sul porto.







Abbiamo scelto questo tipo di soluzione perchè non volevamo avere vincoli di orari per il pranzo o la cena e soprattutto per la piscina che Greta ha adorato da subito e si divertiva a sguazzarci dentro  facendo i primi tuffi e nuotando da sola ovviamente sempre con i braccioli, ma mi sentivo più sicura di lasciarla libera e per questo lei l'ha adorata.




Nonostante la bellissima piscina tutta per noi abbiamo goduto anche del mare cristallino di queste zone visitando ogni giorno una spiaggia diversa.
Oltre alle spiagge di Marina di Camerota abbiamo raggiunto anche quella dell'Arco Naturale di Palinuro, un posto a noi caro perchè ci eravamo venuti quando ero in attesa di Greta.

Estate 2014

Estate 2017


La sera di Ferragosto abbiamo invece cenato a Scario un'altra perla nel cuore del Cilento



a cui sono molto affezionata perchè ho trascorso delle estati fantastiche con mio marito e i nostri amici infatti è stato lui a farmi conoscere questo posto meraviglioso poichè mio suocero è nato proprio in questi luoghi e ci ha fatto scoprire i luoghi più "selvaggi" e le spiaggette nascoste nelle insenature delle montagne raggiungibili solo via mare.




La cosa che ho adorato di più è stato il fatto di svegliarmi accanto a mio marito decidere giorno per giorno il da farsi senza programmi stabiliti, fare colazione noi tre fuori al nostro portico ammirando la vista stupenda che la villa ci offriva, giocare in acqua con Greta e poi tornare a casa e fare un tuffo in piscina prima di cena e ancora di sera ci piaceva fare delle passeggiate sul lungomare mangiare un gelato e portare Greta sulle giostrine insomma cose semplici ma dal sapore speciale perchè segnate dalla spensieratezza di essere in vacanza.





mercoledì 9 agosto 2017

Fotoricordo


Con l'invenzione degli smartphone siamo diventati tutti fotografi improvvisati ci piace catturare ogni momento della nostra vita e condividerlo, immortaliamo momenti importanti come il matrimonio di un'amica, la laurea di un fratello e la nascita di un figlio ma quante di queste foto poi ci restano davvero?


Come sapete adoro fare foto e non a caso il mio social preferito è Instagram dove ho trovato un luogo in cui esprimere la mia passione e altre persone con cui condividerla. Anche prima dell'avvento del digitale amavo fare le foto e mi facevo degli autoscatti prima ancora che li chiamassero selfie e ho uno scatolone pieno zeppo di foto, adoro sfogliare i vecchi album di me da piccola che mia madre conserva gelosamente, lei mi rimprovera sempre perchè dice che ho tante foto sul telefonino ma non ho un album dei ricordi da sfogliare un giorno con Greta. Ed è vero oggi si scattano tante foto ma non si ha mai il tempo per andare magari dal fotografo a farle stampare ma per fortuna esistono app come Cheerz che ti permettono di scegliere comodamente seduta sul divano di casa tua le foto da stampare e il formato e arrivano a casa con spedizione express in sole 48 ore!!!

Io ho scelto la memory box con polaroid che ha un sapore vintage che adoro ma andando sul sito o sull'app di Cheerz troverete tantissimi altri prodotti come fotolibri, calamite e segnalibro.
Vi lascio il mio codice IMMRIE per usufruire di 5€ di sconto sul vostro primo acquisto con una spesa minima di 10€ e magari potete approfittarne per stampare i vostri ricordi delle vacanze.






Le foto sono un istantanea di quello che siamo nel momento in cui la scattiamo.


https://www.cheerz.com

Il ritorno degli anni 90

Chi come me è nata negli anni 80 sicuramente da adolescente sarà stata influenzata dallo stile e la moda delle ragazze di Beverly Hills 9021...