martedì 28 febbraio 2017

Happy Birthday to me


Per il mio compleanno ho scelto una torta elegante e raffinata ma anche gustosa: la naked cake.

La naked cake e' l'ultima tendenza in fatto di torte e arriva direttamente dall'America, come dice la parola stessa "torta nuda" quindi non ha copertura di glasse o pasta di zucchero, che diciamoci la verità negli ultimi anni sono state molto inflazionate.
La bellezza di questa torta è proprio la sua struttura che si sviluppa in altezza con tre strati di torta e due di crema ed è possibile decorarla con frutta e fiori.





Mia sorella ha preparato la base e la crema e io l'ho decorata con pezzi di fragola e gerbere.
Di seguito vi lascio la ricetta che ha usato

Ingredienti
200g di zucchero
250g farina tipo 00
5 uova
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito per dolci

N.B gli ingredienti sono per uno stampo americano da 20cm per il secondo piano ha usato uno stampo da 15cm ed ha utilizzato solo 4 uova 175g di zucchero e 225g di farina.

Procedimento
Sbattere le uova con lo zucchero e la vanillina fino ad ottenere un composto spumoso poi aggiungere la farina setacciata insieme al lievito. Versare il composto in una teglia imburrata e infornare in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti.
Nel frattempo preparate la crema.

Ingredienti per la crema
300ml di panna
250g di mascarpone
150g di zucchero a velo
1 bustina di vanillina
250g di fragoloni*

*potete usare la frutta che preferite

Procedimento
Montare la panna e il mascarpone poi aggiungere lo zucchero e la vanillina. Tagliare le fragole a pezzi ed aggiungerle alla crema e girare.

Una volta fredda tagliare la base in tre dischi di uguale spessore e guarnire con uno strato spesso di crema
Decorare a piacere.
Io ho usato i fiori freschi e i fragoloni e ho spolverato con lo zucchero a velo. Vi assicuro che è buonissima e leggera oltre che elegante e raffinata e' di grande tendenza anche come wedding cake potrebbe essere un idea originale per il vostro matrimonio.





I miei amici sanno che ogni anno al mio compleanno preparo il tiramisù che è in assoluto il mio dolce preferito e anche quest'anno come tradizione ne ho preparato uno e vi lascio la ricetta.

Il tiramisù è il dessert della pasticceria italiana più conosciuto al mondo io però lo preferisco con i biscotti secchi tipo oro saiwa anzichè i classici savoiardi.

Ingredienti
4 uova medie
200ml di panna
250g di mascarpone
6 cucchiai di zucchero
1 pacco di biscotti
qb di caffè
qb di cacao

Procedimento
Sbattere le uova insieme allo zucchero poi  aggiungere il mascarpone e la panna.
Bagnare i biscotti uno ad uno nel caffè zuccherato e stendere uno strato di biscotti alternato ad uno strato di crema proseguire per almeno 5 strati finire l'ultimo strato con la crema e spolverare con il cacao mettere in frigo e far riposare per circa 6 ore magari è meglio prepararlo la sera prima di servirlo.


Se provate a fare la ricetta scattate una foto e taggatemi.






giovedì 23 febbraio 2017

50 sfumature di nero si tinge di rosa

Ieri sera sono andata al cinema a vedere "50 sfumature di nero" più che dark mi e' sembrata una commedia rosa con scene erotiche.



Parto dal presupposto che i libri mi sono piaciuti tantissimo e il secondo capitolo della trilogia è il mio preferito. Il primo film non sono riuscita a vederlo al cinema e l'ho visto a casa dopo qualche mese dall'uscita nelle sale e avevo già sentito delle critiche negative e ineffetti il film mi ha delusa parecchio. Quindi questo secondo film sono andata a vederlo senza nessuna aspettativa ma solo per passare una serata diversa tra ragazze e invece mi ha colpita positivamente e mi è piaciuto, certo non ha la pretesa di vincere un Oscar ma si inizia a intravedere l'anima del libro.
Intanto si nota subito che il regista che l'ha diretto e' diverso e al contrario di quello che si può pensare un uomo ha saputo dare un impronta più romantica rispetto alla regista che ha diretto il primo capitolo. Al centro della storia infatti c'e' la love story tra Christian e Ana contornata da sfumature erotiche e thriller ed e' una formula che funziona.
I segreti di Christian sono svelati e viene fuori il suo lato più dolce e sensibile e oltre a questo devo dire che anche l'attore che lo interpreta, Jamie Dornan che già seguivo in "The Fall" e' migliorato fisicamente e' ancora più affascinante con un filo di barba "ispida" e gli addominali scolpiti la scena in cui si allena ha surriscaldato gli animi di tutte noi in sala😜
Dakota Johnson e' sempre molto fine ed elegante ma ahimè la trovo molto inespressiva e la sua interpretazione piatta e monotona si forse e' solo invidia ma non mi e' piaciuta nemmeno la voce che la doppiava il tono era noioso, nella scena della barca a causa del vento le e' venuto fuori un frontone che almeno giustifica il frangettone.
Vi confesso che ho fatto fatica a riconoscere Kim Basinger e' vero che ne è passato di tempo da "9 settimane e mezzo" ma i numerevoli ritocchini non l'hanno di certo aiutata sembra più "matura" di quello che è in realtà.
Comunque nel complesso è fatto bene e mi è piaciuto ne vale la pena andarlo a vedere al cinema se non altro per sognare un pò, gli uomini come Christian Grey  esistono solo nei sogni...purtroppo!
E voi l'avete visto? Vi è piaciuto?

mercoledì 22 febbraio 2017

Una cugina per amica


Oltre che di me, mi piace raccontarvi anche delle persone che fanno parte della mia vita e a cui voglio bene.
In occasione del suo compleanno oggi vi parlo di mia cugina.


Lei si chiama Emilia abbiamo solo un anno di differenza siamo cresciute praticamente insieme.
Il suo papà e' il fratello di mia madre e sua madre e' la sorella di mio padre(tutto chiaro?!?) e quindi abbiamo un doppio legame di sangue che ci rende quasi sorelle.
Come mia sorella, anche lei ha lo stesso nome di mia nonna, quella che purtroppo non ho conosciuto e oltre al nome ha ereditato anche i suoi occhi, dolci e profondi e un grande cuore.


E mi sa che anche Greta ha ereditato i suoi occhi grandi ed espressivi e ne sono molto felice perchè anche se non l'ho mai conosciuta so che un pezzo di lei vive ancora attraverso loro.

Io e mia cugina siamo molto diverse e simili allo stesso tempo, entrambe abbiamo un carattere molto forte, non ci piacciono le persone che si piangono addosso e siamo tendenzialmente ottimiste. Lei però e' piu' dinamica e intraprendente io pigra.
Quando aveva poco più di 20 anni si trasferì a Modena per seguire il suo ragazzo di allora, era giovanissima ma già si era fatta carico di molte responsabilità che forse la stavano soffocando e per questo mollo' tutto ad un passo dal matrimonio. E' stata una decisione molto sofferta e combattuta ma che alla fine l'ha portata ad una rinascita.
Per svoltare completamente pagina decise di andare a vivere a Londra completamente da sola con la sua valigia e tanto coraggio, trovò subito lavoro grazie anche alla sua laurea in lingue straniere e molti amici grazie al suo carattere allegro e socievole.
Io andai anche a trovarla per qualche giorno, non la vedevo da circa un anno e la trovai radiosa e sicura di se in una città straniera, sembrava che avesse vissuto sempre lì mi fece da cicerone e mi fece innamorare di Londra perchè l'avevo vista attraverso i suoi occhi.




Nella grigia e piovosa Londra ha conosciuto anche il suo attuale fidanzato, Maurizio un ragazzo dinamico e intraprendente come lei che l'ha seguita in giro per il mondo.
Perchè dopo due anni anche Londra iniziava ad andarle stretta, infatti si trasferì a Bruxelles per seguire una compagnia teatrale(sua grande passione) poi in Grecia per un intera estate come animatrice in un villaggio turistico, poi ancora a Parigi come cameriera in un ristorante del magico parco Disneyland e sempre per la Disney ha vissuto per più di un anno su una delle loro meravigliose navi da crociera in giro per i Caraibi. 
Un'altra sua grande passione sono i viaggi, quando non è in qualche parte del mondo per lavoro ci va per piacere una volta abbiamo fatto anche un viaggio insieme a Sharm el Sheikh ci era sembrata un giusto compromesso tra il suo spirito avventuriero, per le escursioni nel deserto e snorkeling e la mia voglia di relax e comodità, per i lussuosi alberghi a 4 stelle all inclusive!!!
Tutte queste bellissime esperienze l'hanno poi portata a stabilirsi a Torino dove da più di un anno e' la responsabile marketing del settore internaziole nell'azienda in cui lavora così può mettere in pratica le sue conoscenze linguistiche apprese soprattutto durante i suoi viaggi(conosce più di cinque lingue). Noi ci vediamo poco ma ci vogliamo davvero bene il nostro legame con la lontananza si e' rafforzato, ogni volta che torna in città viene a trovarmi l'ultima volta e' stato venerdì scorso quando e' venuta a pranzo da me e le ho promesso che presto andrò a trovarla a Torino.
Anche lei come me adora "Una mamma per amica" e il nostro sogno sarebbe quello di aprire un bed and breakfast proprio come Lorelai e Sookie.
La mia famiglia e' molto numerosa e ho 30 cugini, con molti ci vediamo raramente perche' magari abbiamo una maggiore differenza di età, con tutti gli altri ci vediamo spesso per un cinema, una pizza, per i compleanni o semplicemente per scambiare due chiacchiere.
Siamo molto uniti, c'è mia cugina Imma che e' un pò la piu' pazza ed estroversa della famiglia, insieme a mia sorella, ma anche sensibile e disponibile poi c'è un'altra Emilia(si diciamo che in famiglia manca un pò di fantasia) molto pacata e determinata a cui ho affidato un ruolo molto importante infatti e' la madrina di Greta. Carmine, anche lui vive fuori città e l'ho rivisto la scorsa settimana, non lo vedevo da due anni ed e' stata un occasione per ritrovarci tutti insieme per una pizza e una passeggiata sul lungomare della nostra bella Napoli. E poi c'e' Enzo che per me e' come il fratello che non ho avuto, da piccoli eravamo inseparabili a volte litigavamo ma facevamo subito pace anche oggi abbiamo un bellissimo rapporto, da poco e' diventato papà e mi emoziona vedere come da ragazzino scanzonato sia diventato un uomo affidabile e un padre amorevole.
I cugini sono un bene prezioso, sono i nostri primi amici dell'infanzia con cui condividiamo il tempo e i giochi, poi crescendo condividiamo esperienze e segreti e ora che abbiamo tutti intrapreso strade diverse condividiamo i ricordi e nuove realtà.


PS: anche se non vi ho citati tutti vi voglio bene tutti



lunedì 20 febbraio 2017

Chiacchiere carnevalesche



Nella settimana che precede il martedì grasso e' d'obbligo preparare un dolce carnevalesco.




Qui a Napoli i dolci tipici del Carnevale sono le chiacchiere, sottili sfoglie croccanti ricoperte di zucchero a velo, il migliaccio, dolce a base di semolino e le zeppole, frittelle con crema pasticcera e amarene.


Di seguito vi lascio la mia ricetta delle chiacchiere(che a seconda della regione in cui vengono fatte cambiano nome come frappe, cenci, bugie)

Chiacchiere napoletane

Ingredienti
  • 250g farina(125 g tipo 0 e 125g tipo 00)
  • 50g di zucchero
  • 25g di burro
  • 2 uova
  • 1 bicchierino di Martini Dry o Limoncello
  • Un pizzico di sale
  • 1 buccia di arancia grattugiata
  • Una bustina di vanillina
  • Zucchero a velo q.b.
  • Olio per frittura
Procedimento


Disponete in una ciotola capiente le uova, la farina, lo zucchero, il burro morbido, la buccia grattugiata dell'arancia, la vanillina, il sale e il Martini. Lavorate l'impasto prima aiutandovi con un cucchiaio poi con le mani e lavoratelo fino ad ottenere un panetto omogeneo dopodichè avvolgetelo nella pellicola trasparente e fatelo riposare per 20 minuti in frigo.
Poi dividete l'impasto in tre parti uguali, spolverate il vostro piano di lavoro con della farina per evitare che si appiccichi e iniziate a stendere l'impasto più sottile possibile con un mattarello(se avete la macchinetta della pasta e' meglio farete meno fatica)e tagliatelo nella forma che desiderate con una rotella possibilmente a zig zag.
In una padella con abbondante olio caldo non bollente la temperatura ideale e' 170° fate friggere le vostre chiacchiere poi disponetele su una teglia con carta assorbente e una volta raffreddate spolveratele con lo zucchero a velo.


Per le più golose: potete cospargerle con del cioccolato fuso.
Se provate a fare la ricetta scattate una foto e taggatemi.

Buon Carnevale




martedì 14 febbraio 2017

14.09.2013: Il mio giorno più bello

Vi parlo del mio matrimonio attraverso una gallery fotografica dei momenti piu' belli con consigli e suggerimenti.


Non tutte le ragazze del sud sognano un matrimonio principesco con l'abito sfarzoso e il castello.
Io ho sempre immaginato quel giorno come una giornata emozionante, una festa tra pochi intimi all'insegna dell'eleganza e della sobrietà.
E in effetti così è stato a partire dalla scelta della location l'Ammot Cafè una suggestiva e raffinata location di design direttamente sul mare. La scelta della location è molto importante quindi va scelta con cura, magari se ve ne piace una in particolare vi consiglio di prenotarla in largo anticipo per evitare di trovarla già occupata per la vostra data.
Una location sulla spiaggia ha i suoi pro e contro, il vantaggio è sicuramente che è un incantevole cornice per le vostre foto noi abbiamo fatto delle foto stupende con un romantico tramonto sullo sfondo.





 Ci siamo sposati di pomeriggio ed era una fresca e soleggiata giornata di settembre ovviamente ve la sconsiglio se optate per un matrimonio di mattina in piena estate perche' potrebbe fare troppo caldo per fare le foto e il buffet all'aria aperta(comunque i locali interni sono climatizzati)
Di grande tendenza per il 2017 sono le location di campagna immerse nel verde(vedi Tenuta Fabiana) che sono perfette per temi country, vintage, boho chic e provenzale.


Una volta decisa la location arriva la parte più bella: la scelta dell'abito.
E' sicuramente la cosa più emozionante di tutto il percorso dei preparativi. Non mi sono mai immaginata in un abito principesco nonostante io sia molto romantica, ma avevo già in mente un abito sinuoso che mi facesse sentire la più bella di tutte, femminile e anche un pò sexy. Ho partecipato a delle sfilate, sono stata a tutte le fiere per gli sposi, ho visto tantissimi abiti ma alla fine ho scelto il primo abito che ho provato nel primo atelier in cui sono stata, lui ha scelto me l'ho indossato ed è stato amore.
Non potevo crederci che fosse stato così facile mi parlavano di estenuanti e snervanti ricerche, e quindi decisi di voler comunque provare altri abiti almeno per un confronto per rendermi conto che fosse veramente lui quello giusto. E così dopo aver girato un pò e aver provato tanti abiti sono ritornata lì dal mio primo amore e l'ho confermato era il 14 Febbraio.
E' un abito sartoriale a sirena in seta leggera con inserti in pizzo e microcristalli sul bustino firmato Vanitas un abito seducente e femminile che mi faceva sentire bella e sicura di me e che indosserei altre mille volte.
Vi consiglio di andare in atelier accompagnate da massimo tre persone quelle più importanti per voi e che vi conoscono meglio evitate di portare troppe persone perchè ognuno ha i propri gusti personali e troppi giudizi potrebbero confondervi. A volte abbiamo un modello in mente ma poi indossato non è proprio come ce lo aspettavamo e invece può piacerci un abito che avevamo scartato a priori ma magari indossato fa un altro effetto, a mia sorella è capitato così.







Per i capelli ho scelto un semiraccolto con i boccoli che cadevano sulla schiena e una coroncina di cristalli, una pettinatura semplice e sobria.



Anche per il make up ho scelto qualcosa di semplice e dai toni nude


Mio marito è alto circa 1,90 e io non volevo sfigurare per cui ho scelto un tacco 15!
Si lo so un pò esagerato ma vi assicuro che erano comodissime ci ho anche ballato tutta la sera d'altronde quando la scarpa è di qualità si sente anche la comodità.
Ho scelto una spuntatina Ferracuti impreziosita da piccoli strass che mi ha slanciato e mi ha dato una mano a valorizzare lo strascico del vestito.




Il velo era lungo con un piccolo ricamo in pizzo come quello del vestito, l'ho scelto semplice perchè già il vestito era molto ricamato e non volevo appesantirlo.









La chiesa che abbiamo scelto è quella che frequentiamo e dove quasi 35 anni fa si sono sposati i miei genitori, per mè è stata una grande emozione attraversare la navata che ha percorso anche mia madre. Ma soprattutto l'abbiamo scelta perchè adoriamo il parroco che ci conosce e ci segue nel  nostro percorso di coniugi e genitori.





Il colore che abbiamo scelto come filo conduttore di tutto il matrimonio è il verde Tiffany, un colore elegante e raffinato che adoro. Lo abbiamo scelto per le partecipazioni



Per il  libretto delle letture


Per le decorazioni della chiesa e del ristorante che ricordano il famoso pacchettino Tiffany,






Per la confettata e le bomboniere


Come bomboniere abbiamo scelto un profumatore per ambienti dai colori neutri che sta bene con ogni stile di arredamento


Per il bouquet ho scelto rose inglesi e peonie, non essendo però il periodo per le peonie il fioraio di mia suocera me le ha fatte arrivare dall'Olanda e lei me lo ha consegnato personalmente fasciato in un nastro di pizzo e degli spilloni di perle tra i fiori davvero bellissimo e shabby come il vestito.






 Il momento più emozionante è stato sicuramente l'entrata in chiesa accompagnata da mio padre, ricordo che mi tremavano le gambe sulle scale poi una volta che ho visto mio marito che era emozionatissimo mi sono fatta coraggio per sostenere anche lui, mi guardava con gli occhi lucidi ed emozionati, con un filo di voce è riuscito a dirmi solo "sei bellissima".
Poi pian piano è passata la tensione e mi sono goduta i bellissimi momenti delle letture e della benedizione, mio marito invece mentre leggeva con la voce tremolante è stato tradito dall'emozione e si è fermato per pochi secondi e io gli accarezzavo la mano, mi sono girata un attimo e ho visto tutti visibilmente emozionati asciugarsi le lacrime.
Lui non è molto bravo ad esternare le sue emozioni e vederlo così sinceramente emozionato ha toccato tutti soprattutto le sue sorelle.



Un altro momento molto emozionante è stato lo scambio delle fedi.


Abbiamo scelto delle fedi classiche Unoaerre e abbiamo fatto incidere all'interno "eternamente tua" (sulla fede di mio marito) e "eternamente tuo" (sulla mia)


All'uscita della chiesa abbiamo preferito i petali bianchi al riso e i nostri amici ci hanno fatto trovare anche delle sorprese come i palloncini e gli sparacoriandoli.
Vi sconsiglio però i petali o coriandoli colorati  perchè potrebbero macchiare l'abito. 






Per i tavoli abbiamo scelto i nomi delle coppie famose della storia come Lancillotto e Ginevra e Antonio e Cleopatra, per il nostro ho scelto i nomi della prima coppia in assoluto Adamo ed Eva e per il tavolo dei bambini ho scelto Minnie e Topolino.
La disposizione dei tavoli è molto importante cercate di mettere allo stesso tavolo persone che si conoscono evitando così imbarazzanti silenzi








Il ritorno degli anni 90

Chi come me è nata negli anni 80 sicuramente da adolescente sarà stata influenzata dallo stile e la moda delle ragazze di Beverly Hills 9021...