sabato 29 aprile 2017

Matrimonio: come mi vesto???



La stagione dei matrimoni è ormai cominciata e per noi invitate è iniziata anche la stagione del "cosa mi metto?"
Perchè diciamocelo amiche quando siamo invitate ad un matrimonio il nostro primo pensiero è rivolto proprio al nostro abbigliamento.
Allora vediamo insieme come vestirci cercando di evitare errori di stile, le tre cose da tenere in considerazione sono
Il ruolo che abbiamo: se siamo semplici invitate, testimoni o sorelle della/o sposa/o
La location: se è un ristorante elegante, un  matrimonio in spiaggia o un casale in campagna.
L'orario: se è di mattina o di sera.

In linea di massima se siamo semplici invitate ad un matrimonio di giorno in un elegante ristorante per cerimonie possiamo optare per un abito corto dai toni pastello o a fantasia floreale non troppo impegnativo e che possiamo indossare in futuro anche per un occasione informale.
Ecco alcune proposte che ho scelto per voi:


Abito Asos

Abito Asos

Abito Asos

Abito Asos

Ovviamente poi ci sono sempre le eccezioni ed è importante rispettare i propri gusti e il look che più ci fa sentire a nostro agio, può essere quello che scegliamo per tutti i giorni ma con un tocco di eleganza, per questo possiamo scegliere anche un tailleur con pantalone.

Tailleur Moda_mania


Tailleur QuintinoBoutique

Per un matrimonio informale in spiaggia possiamo indossare un maxidress colorato e leggero

Abito Neva_clothing

Abito Neva_clothing

Abito Neva_clothing

Oppure un mini dress dai colori marini

Abito Asos


Abito Asos



Se invece il matrimonio è in un casale in campagna possiamo indossare sempre un maxidress ma dalle linee più romantiche.

Abito H&M

Abito H&M
Oppure possiamo optare per gonnellone e top

Abito Asos

Abito Asos

Per un matrimonio di sera è più indicato un abito lungo ed è sdoganato anche il nero che è sinonimo di eleganza anche se il galateo lo giudica funereo.

Abito QuintinoBoutique


Ho inserito anche alcune proposte per le amiche in dolce attesa, abiti lunghi o corti la parola d'ordine è comodità...ma con stile.

Abito Asos

Abito Asos

Abito Asos

Abito Asos

Abito Asos

Abito Asos


Se il ruolo che ricopriamo è più importante come la testimone o la sorella della/o sposa/o tutti gli occhi saranno puntati anche su di noi oltre che sulla sposa quindi il look deve essere elegante e più impegnativo perchè le aspettative sono alte e noi non vogliamo deluderle!
Possiamo scegliere un abito a sirena con inseri in pizzo o più ampio in chiffon, con leggere trasparenze e impreziosito da sobri ricami e pietre tono su tono, insomma con piccoli dettagli che fanno la differenza.


Abito Pronovias
Abito Pronovias



Abito Pronovias
Abito Pronovias



Abito Pronovias


Abito Pronovias

Abito Pronovias

Si è vero magari un abito del genere lo indosseremo solo una volta e poi finirà nell'anta buia del nostro armadio ma è pur vero che occasioni per indossare un abito da sogno non capitano tutti i giorni quindi che male c'è a sentirsi per una volta come una star sul red carpet?


Credits: Asos; Pronovias; H&M; QuintinoBoutique; Neva_clothing; Moda_mania

venerdì 21 aprile 2017

Matrimonio: tra galateo e tradizioni


Ogni matrimonio che si rispetti ha le sue tradizioni, variano da regione a regione ma le spose più scaramantiche cercano di rispettarle, che sia vero o solo una superstizione per me vale il detto "non è vero ma ci credo" e poi provare non costa nulla e può essere anche divertente!

E allora, care future sposine, ho stilato per voi una lista delle tradizioni più famose legate al matrimonio.
Partiamo con le usanze che riguardano la sposa per un matrimonio felice e duraturo, infatti secondo alcune credenze popolari la sposa nel suo giorno più bello deve indossare:

Qualcosa di nuovo che simboleggia la nuova vita che sta iniziando, può essere l'abito o un accessorio.
Io ho rispettato questa tradizione indossando un abito nuovo.

Qualcosa di vecchio che simboleggia invece il passato ma ogni sposa deve portarsi dietro per non dimenticare le sue radici.
Io ho indossato un vecchio fermaglio nascosto tra i capelli, ma può essere un gioiello o magari l'abito della mamma.

Qualcosa di prestato ovviamente da una persona cara che simboleggia proprio la vicinanza delle persone che vuole bene anche in questo passaggio importante della sua vita.
Quando mi sono sposata non conoscevo ancora questa usanza ma ora sarò io a prestare qualcosa a mia sorella che si sposerà il prossimo Giugno, il mio velo.
Oltre che per un buono auspicio, infatti pare che sia buon augurio che la sposa indossi il velo donato da una sposa felice, lo faccio soprattutto perchè voglio che mia sorella sappia che il nostro legame durerà anche se non viviamo più sotto lo stesso tetto e che può sempre contare sul mio aiuto.
Poi un giorno mi farebbe piacere prestarlo anche all'altra mia sorella e che Greta lo indossasse per il suo matrimonio.



Qualcosa di regalato che simboleggia ancora una volta l'affetto delle persone care.
Io ho indossato dei bellissimi orecchini in oro bianco e brillantini che mi regalò mia suocera la sera prima del matrimonio per dimostrarmi che mi stava accogliendo come una figlia.


Qualcosa di blu che simboleggia la purezza e la sincerità, un tempo infatti l'abito della sposa era proprio in questo colore oggi si può indossare una giarrettiera con un piccolo fiocchetto blu come quella che ho indossato anch'io e che mi è stata regalata da una cara amica.
Altra usanza legata a questo capo di biancheria è il lancio della giarrettiera, lo sposo nel corso del matrimonio la lancia verso un gruppo di ragazzi non sposati come segno di buona fortuna, il fortunato se vuole può chiedere un ballo con la fortunata che ha preso il bouquet della sposa durante il lancio.


Un'altra tradizione è quella che lo sposo non può vedere l'abito da sposa prima del matrimonio altrimenti porta sfortuna, ora non so se sia vero ma di sicuro l'effetto sorpresa è molto più bello infatti il mio abito lo conoscevano solo mia madre e le mie sorelle.

Vediamo invece che cosa dice il galateo in fatto di matrimoni.
Come sempre la parola d'ordine è non esagerare, quindi niente sfarzi ed eccessi. Alla sposa sono concessi solo 15 minuti di ritardo e dovrà arrivare a bordo di una berlina blu, quindi niente auto d'epoca o sportive, e accompagnata all'altare sotto braccio del padre, e sono tassative le calze anche d'estate!!!
Per lo sposo è consigliato un abito blu o grigio, niente bianco e niente smoking considerato un abito da festa e non da cerimonia.
Per gli invitati è consigliato non indossare abiti stravaganti, per le donne soprattutto è raccomandato di indossare abiti sobri dai toni pastello ed è assolutamente vietato indossare un abito bianco, prerogativa della sposa, un abito rosso, ritenuto un colore eccentrico che può oscurare la sposa e soprattutto niente abito nero ritenuto funereo ma che secondo me è sempre molto elegante e raffinato soprattutto per un matrimonio di sera.


Diciamo che magari il galateo impone regole un pò troppo rigide ed è bene seguire i propri gusti ma sempre con bon ton.

mercoledì 19 aprile 2017

Tiramisù alle fragole


Buongiorno amiche oggi vi parlo di un dolce tipico della nostra pasticceria ma in una versione più fresca e leggera: il tiramisù alle fragole.



Il tiramisù come sapete è il mio dolce preferito che preparo soprattutto per le occasioni speciali ma invece di utilizzare i savoiardi come nella ricetta originale utilizzo i biscotti secchi come gli Oro Saiwa se volete provarlo trovate la ricetta qui.
Le fragole sono in assoluto il mio frutto preferito e per questo ho pensato di realizzare un tiramisù con le fragole rendendolo così più leggero e fresco per le merende gustose dei nostri pomeriggi primaverili.

Esistono varie versioni ma di seguito vi lascio la mia ricetta.

Ingredienti*
300g di Savoiardi
250g di fragole
250g di panna liquida
250g di zucchero
2 cucchiai di zucchero a velo
200ml di latte 
1 tazzina di limoncello

*ingredienti per una pirofila da 20x15

Procedimento
La prima cosa da fare è lavare accuratamente le fragole asciugarle e tagliarle a pezzetti, poi preparare la crema unendo il mascarpone alla panna liquida e aggiungere i due cucchiai di zucchero a velo e le fragole a pezzi (lasciatene da parte alcuni pezzetti per la decorazione).
Una volta pronta la crema mettere in una ciotola capiente il latte e aromatizzarlo con il limoncello, bagnare i savoiardi e stendere un primo strato di biscotti alternato ad uno di crema, ripetere per un paio di volte.
Sull'ultimo strato stendere la panna e decorare a piacere con le fragole rimaste.
Conservare in frigo per almeno sei ore prima di servirlo.

Come sempre se provate a fare la ricetta scattate una foto e taggatemi.


sabato 8 aprile 2017

Gateau di patate


Buongiorno amiche a gentile richiesta vi lascio la mia ricetta del gateau di patate che ho preparato ieri per mio marito, è uno dei suoi piatti preferiti.



Il gateau di patate o gattò come lo chiamiamo qui a Napoli è letteralmente una "torta" di patate tipica della nostra cucina, esistono varie versioni ma di seguito vi lascio la mia ricetta.


Ingredienti per una pirofila 30x20



  • 2kg di patate
  • 3 uova medie
  • 100g di Parmigiano
  • 50g di Pecorino Romano
  • 200g di mozzarella*
  • 200g prosciutto cotto*
  • 1 bicchiere di latte
  • 75g di burro
  • Qb sale
  • Qb pepe
  • Qb noce moscata
  • Qb pangrattato
*potete usare la provola affumicata e il salame ma io preferisco questa versione più leggera



Procedimento
Lavate accuratamente le patate, per portarmi avanti con il lavoro le pelo prima di bollirle ma potete farlo anche dopo, quindi mettetele in una pentola d'acqua, io aggiungo un pizzico di sale per insaporirle e cuocetele per circa 40 minuti fate la prova forchetta per vedere se sono cotte.
Passatele nella schiacciapatate e mettetele in una ciotola capiente e aggiungete le uova, il latte, la mozzarella a dadini, il prosciutto a listarelle, i formaggi, il sale, il pepe, il burro a fiocchetti, un pizzico di noce moscata per aromatizzare e impastate.
Adagiate il composto in una pirofila imburrata e cospargetelo con il parmigiano, il pangrattato e dei fiocchetti di burro. Infornate in forno statico preriscaldato a 200° e cuocete per circa 35 minuti poi per altri 5 impostate il forno su funzione grill per gratinare la parte superiore.
Fate riposare per 10 minuti e servitelo caldo
Se provate a fare la ricetta scattate una foto e taggatemi!

martedì 4 aprile 2017

Promessi sposi



Buongiorno amiche e benvenute all' appuntamento settimanale con la rubrica "wedding" del mio blog dedicata ai matrimoni. Oggi faremo un piccolo passo indietro e vi parlerò della promessa di matrimonio, della parte burocratica e di quella divertente.



Che cos'è la promessa di matrimonio?
Un tempo la promessa di matrimonio coincideva con la famosa richiesta della "mano" al padre della futura sposa con successiva festa che ufficializzava il fidanzamento con tanto di anello per lei e orologio d'oro per lui.
Oggi la promessa di matrimonio è un atto civile che segna il passaggio da fidanzati a promessi sposi in cui i due innamorati in piena libertà decidono di impegnarsi a contrarre il matrimonio.

Quali sono i documenti da presentare?
Se avete deciso di sposarvi con rito religioso allora la promessa di matrimonio va celebrata prima in Chiesa, per questo passaggio occorrono i seguenti documenti:

  • Certificato di battesimo
  • Certificato della cresima
  • Stato Civile

La promessa di matrimonio in Chiesa è una specie di intervista doppia delle Iene in cui il parroco vi farà delle domande seperatamente. A molte coppie questa fase fa un pò paura ma vi assicuro che è molto più semplice di quanto sembri, se i motivi che vi spingono a compiere questo passo sono solidi e concreti non dovete far altro che rispondere con sincerità.
Le risposte che darete sono molto importanti perchè saranno conservate negli archivi della Curia infatti sono i documenti che solitamente vengono utilizzati per l'annullamento del matrimonio religioso alla Sacra Rota.
Dopo la "promessa" in Chiesa il parroco vi consegnerà dei documenti da portare al Comune per le Pubblicazioni, il mio consiglio è di fissare la data della promessa al Comune lo stesso giorno di quella in Chiesa così in metà mattinata avrete già sbrigato tutta la parte burocratica.

La promessa di matrimonio in Comune và prenota recandovi all'ufficio Matrimoni del vostro Comune di appartenenza e compilando un modulo di autocertificazione  in cui sceglierete anche una data( è consigliabile celebrarla 2/3 mesi prima del matrimonio).
Nel giorno scelto vi dovrete recare al Comune muniti dei documenti che vi ha rilasciato il parroco, i documenti di identità e una marca da bollo da 16,00€ e accompagnati da due testimoni non necessariamente gli stessi scelti per il matrimonio. Qui l'ufficiale di Stato Civile vi chiederà se volete sposarvi liberamente senza costrizioni e vi farà firmare la richiesta per le Pubblicazioni.
Le Pubblicazioni non sono altro che un foglio che viene affisso nella bacheca del Comune con su scritto i vostri nomi, la data e il luogo del matrimonio e resteranno esposte per 8 giorni.
Dal momento delle Pubblicazioni avrete 180 giorni di tempo per sposarvi davvero altrimenti una volta scaduti dovrete ripetere di nuovo tutto l'iter!



Oltre alla parte burocratica un pò noiosa c'è anche la parte divertente: la festa.
Non è usanza in tutte le città festeggiare la promessa di matrimonio ma dalle mie parti ogni occasione è buona per fare festa, stare insieme e divertirsi.
Io ho scelto di festeggiare in un suggestivo ristorante sul lago(potete trovare alcune foto qui) soltanto con le nostre famiglie e i testimoni, mia sorella invece, che ha celebrato la promessa sabato scorso, ha organizzato prima un aperitivo con la famiglia subito dopo l'uscita dal Comune e una festa di sera in una piccola sala per ricevimenti, con buffet e buona musica per amici e parenti.








Se decidete di organizzare una piccola festa, che sia a casa o in un locale ricordatevi che i dettagli devono essere in verde come vuole la tradizione, questo perchè una promessa è la speranza di una lunga vita matrimoniale insieme e siccome il verde simboleggia la speranza ecco che è anche il colore della promessa di matrimonio. A fine serata è sicuramente carino distribuire agli invitati dei confetti e un piccolo cadeau, inoltre può essere l'occasione giusta per iniziare a consegnare personalmente le partecipazioni per il matrimonio.



È stata una bellissima festa divertente ed emozionante allo stesso tempo, adesso per un pò di tempo almeno fino al matrimonio saranno ribattezzati "i promessi sposi" come quelli più famosi e sicuramente sfortunati Renzo e Lucia manzoniani.
Oltre alla festa c'è stato un altro momento molto emozionante che voglio farvi vedere e cioè la proposta di matrimonio che il mio futuro cognato ha fatto a mia sorella qualche mese prima. Nel bel mezzo di una serata in discoteca con gli amici, improvvisamente sulle note della canzone di Bruno Mars "Marry you" mia sorella incredula ed emozionata si è vista arrivare il fidanzato con in mano un fascio di fiori e una scatolina con l'anello è stato un momento molto emozionante se vi va di vederlo trovate il link al video qui sotto.





            https://youtu.be/T0dTRbtp6tw












L'angoliera della nonna

Buongiorno amiche ormai sapete che adoro lo stile shabby chic lo trovo romantico ed elegante ed è per questo che l'ho scelto per arreda...